SHOAH: SI PUO' RICORDARE ANCHE CON LA MUSICA - Videoclip "Il piccolo giardino" realizzato dal coro di voci bianche "Le cinque note" diretto da Chiara Cattapan

27.01.2014 01:24

Durante l’Olocausto i bambini furono  tra i più esposti alle violenze dei nazisti: essi infatti sostenevano che l'uccisione dei figli di persone ritenute indesiderabili, pericolose e inferiori fosse giustificata e quindi legittimata dal sistema. Parlare a scuola con i bambini di deportazione, di prigionia e di sterminio non è semplice ma necessario affinchè non si dimentichino mai le sofferenze di allora  e perché gli uomini di domani non debbano di nuovo commettere gli stessi errori e gli stessi orribili crimini. Da questa profonda convinzione nasce questo progetto che è stato realizzato con i ragazzi del Coro d’Istituto “Le cinque note”, bambini che vanno dalla classe prima della scuola primaria alla classe terza della scuola secondaria di primo grado. La musica è stato un mezzo prezioso, che ha permesso di trasmettere parole difficili ed esprimere emozioni forti.